uruknet.info
  اوروكنت.إنفو
     
    informazione dal medio oriente
    information from middle east
    المعلومات من الشرق الأوسط

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ] 10674


english italiano

  [ Subscribe our newsletter!   -   Iscriviti alla nostra newsletter! ]  




[10674]



Uruknet on Alexa


End Gaza Siege
End Gaza Siege

>

:: Segnala Uruknet agli amici. Clicka qui.
:: Invite your friends to Uruknet. Click here.




:: Segnalaci un articolo
:: Tell us of an article






Bil’in, cinque anni di resistenza al Muro

di Sophie Janel

tadamonbilinflag2.jpg

27 febbraio 2010

Venerdì 19 febbraio. Il sole brilla alto sul villaggio di Bil’in, nei territori palestinesi occupati. Sui tetti delle case, alcuni bambini sventolano dei drappi palestinesi. All’ombra della sua keffieh rossa e bianca e con gli occhiali da vista sul naso, Amjed spiega che « tutti i venerdì, manifestiamo per denunciare il Muro, ma anche le colonie illegali e le azioni dell’esercito israeliano contro i palestinesi ». Di fronte, due manifesti sui muri di una casa. Uno fa riferimento a Bassem, un palestinese morto l’anno scorso durante una manifestazione settimanale. Dalla nascita del movimento, una ventina di persone sono cadute sul campo. Sull’altro manifesto, si vedono le nove foto dei prigionieri membri del Comitato di coordinamento della resistenza popolare. Tra loro Abdallah Abu Rahmah, leader del movimento di Bil’in arrestato il 10 dicembre scorso.

Per il quinto anniversario del movimento di resistenza pacifica, molte personalità politiche si sono riunite a Bil’in.Oltre a Salam Fayyad, il Primo ministro palestinese, c’era anche il sindaco di Ginevra (Svizzera). Su un palco predisposto nella piazza del villaggio, Rémy Pagani si è dichiarato « onorato di essere qui a Bil’in perchè i palestinesi si battono per una causa giusta secondo le regole che il mondo si dà per difendere i diritti umani e per proteggere la popolazione civile nelle guerre e in caso di occupazione. Le Convenzioni di Ginevra sono le regole principali del diritto internazionale, ed è stato basandosi principalmente su queste Convenzioni che la Corte internazionale di Giustizia ha detto (il 9 luglio 2004) che il Muro contro cui combattete è illegale ». Alla fine del suo discorso, 2000 manifestanti si sono diretti in corteo verso la barriera.

In questo senso si è registrata una vittoria lo scorso 10 febbraio dopo che, due anni e mezzo fa, c’è stata la decisione della Alta Corte israeliana che ordinava a Israele di restituire le terre ai palestinesi. Israele ha iniziato dei lavori per modificare il tracciato del Muro di Cisgiordania vicino a Bil’in. Circa 150000 m2 di terre del villaggio resteranno però nel versante israeliano.

Tra la folla, Evan, un israeliano, si sente « responsabile della situazione. Io ho servito l’esercito, io sono un cittadino israeliano. Io appartengo a un paese che occupa questi territori. Un’occupazione che fa vivere le persone in un ghetto. E’ per questo che voglio partecipare alla manifestazione ». Avital, la sua amica israeliana spiega che « essendo israeliani, abbiamo molti privilegi ed è facile per noi vivere senza realizzare veramente ciò che succede. E’ molto importante venire qui e dimostrare che questa è anche la nostra lotta. Tutte queste ingiustizie sono perpetrate nel nostro nome, per rendere migliori le nostre vite. E, venendo qui, noi dimostriamo che non vogliamo benefici a discapito di altre popolazioni ». Secondo l’ONG israeliana « Against the Wall » (Contro il Muro), circa 300 israeliani participano a questa marcia settimanale.

Dall’alto di un ulivo, Christine, una turista tedesca, guarda il corteo discendere dalla collina. « Penso che resterò qui. E’ la prima volta che vengo e ho sentito dire che tutto ciò può essere molto violento. Non mi avvicinerò molto ».

Giù, alcuni manifestanti con il volto coperto da keffieh oltrepassano una prima barriera gialla e abattono in pochi minuti una recinzione israelaina che protegge una strada riservata ai coloni. Alcuni lanciano delle pietre in direzione dei soldati israeliani; altri, più temerari, piantano dei drappi palestinesi ai posti di blocco degli israeliani che non tardano a reagire. Il tutto sotto l’occhio dei numerosi giornalisti, cameramen e fotografi presenti. I soldati rispondono con il lancio di « skunk gas », un liquido nauseabondo. Vestiti, pelle e capelli: l’odore impregna tutto e solo dopo qualche giorno andrà via. Poi iniziano a piovere granate e il gas soffoca il naso, la gola e gli occhi dei manifestanti. Gli infermieri di PMRS (Palestinian Medical Relief Society) inervengono per curarli. La manifestazione si scioglie, anche se alcuni tentano di avvicinarsi alla zona, protetti dalle maschere e dai drappi nazionali.

Nel bus che rientra verso Ramallah, Marie, una studentessa francese di diritto internazionale a Lione spiega di essere « venuta qui con uno sguardo neutro ». Ma non capisce perchè farsi attaccare tutte le settimane. E ciò non risolve il problema ». Agnès, un’umanitaria che vive a Ramallah non è d’accordo : « Sono almeno riusciti a modificare il tracciato del Muro! » dice.

Articolo originale:
http://www.lorientlejour.com/archives/overview.php?id=A64787
8






:: Article nr. s10674 sent on 02-mar-2010 12:15 ECT

www.uruknet.info?p=s10674

Link: www.bilin-village.org/italiano/articoli/stampa-e-media-indipendenti/Bilin-cinque
   -anni-di-resistenza-al-Muro




:: The views expressed in this article are the sole responsibility of the author and do not necessarily reflect those of this website.

The section for the comments of our readers has been closed, because of many out-of-topics.
Now you can post your own comments into our Facebook page: www.facebook.com/uruknet




Warning: include(./share/share2.php): failed to open stream: No such file or directory in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385

Warning: include(): Failed opening './share/share2.php' for inclusion (include_path='.:/usr/local/php5_4/lib/php') in /home/content/25/8427425/html/vhosts/uruknet/colonna-centrale-pagina-ansi.php on line 385



       
[ Printable version ] | [ Send it to a friend ]


[ Contatto/Contact ] | [ Home Page ] | [Tutte le notizie/All news ]







Uruknet on Twitter




:: RSS updated to 2.0

:: English
:: Italiano



:: Uruknet for your mobile phone:
www.uruknet.mobi


Uruknet on Facebook






:: Motore di ricerca / Search Engine


uruknet
the web



:: Immagini / Pictures


Initial
Middle




The newsletter archive




L'Impero si è fermato a Bahgdad, by Valeria Poletti


Modulo per ordini




subscribe

:: Newsletter

:: Comments


Haq Agency
Haq Agency - English

Haq Agency - Arabic


AMSI
AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - English

AMSI - Association of Muslim Scholars in Iraq - Arabic




Font size
Carattere
1 2 3





:: All events








     

[ home page] | [ tutte le notizie/all news ] | [ download banner] | [ ultimo aggiornamento/last update 02/02/2015 03:56 ]




Uruknet receives daily many hacking attempts. To prevent this, we have 10 websites on 6 servers in different places. So, if the website is slow or it does not answer, you can recall one of the other web sites: www.uruknet.info www.uruknet.de www.uruknet.biz www.uruknet.org.uk www.uruknet.com www.uruknet.org - www.uruknet.it www.uruknet.eu www.uruknet.net www.uruknet.web.at.it




:: This site contains copyrighted material the use of which has not always been specifically authorized by the copyright owner. We are making such material available in our efforts to advance understanding of environmental, political, human rights, economic, democracy, scientific, and social justice issues, etc. We believe this constitutes a 'fair use' of any such copyrighted material as provided for in section 107 of the US Copyright Law. In accordance with Title 17 U.S.C. Section 107, the material on this site is distributed without profit to those who have expressed a prior interest in receiving the included information for research and educational purposes. For more info go to: http://www.law.cornell.edu/uscode/17/107.shtml. If you wish to use copyrighted material from this site for purposes of your own that go beyond 'fair use', you must obtain permission from the copyright owner.
::  We always mention the author and link the original site and page of every article.
uruknet, uruklink, iraq, uruqlink, iraq, irak, irakeno, iraqui, uruk, uruqlink, saddam hussein, baghdad, mesopotamia, babilonia, uday, qusay, udai, qusai,hussein, feddayn, fedayn saddam, mujaheddin, mojahidin, tarek aziz, chalabi, iraqui, baath, ba'ht, Aljazira, aljazeera, Iraq, Saddam Hussein, Palestina, Sharon, Israele, Nasser, ahram, hayat, sharq awsat, iraqwar,irakwar All pictures

url originale



 

I nostri partner - Our Partners:


TEV S.r.l.

TEV S.r.l.: hosting

www.tev.it

Progetto Niz

niz: news management

www.niz.it

Digitbrand

digitbrand: ".it" domains

www.digitbrand.com

Worlwide Mirror Web-Sites:
www.uruknet.info (Main)
www.uruknet.com
www.uruknet.net
www.uruknet.org
www.uruknet.us (USA)
www.uruknet.su (Soviet Union)
www.uruknet.ru (Russia)
www.uruknet.it (Association)
www.uruknet.web.at.it
www.uruknet.biz
www.uruknet.mobi (For Mobile Phones)
www.uruknet.org.uk (UK)
www.uruknet.de (Germany)
www.uruknet.ir (Iran)
www.uruknet.eu (Europe)
wap.uruknet.info (For Mobile Phones)
rss.uruknet.info (For Rss Feeds)
www.uruknet.tel

Vat Number: IT-97475012153